Roma, una città da visitare: Non è per dire o si fa per dire?

朝日新聞に「09年、イタリアにおける日本人観光客数が激減している」という記事が掲載されました。記事によれば、ユーロ高や新型インフルエンザだけでなく、サービスの質の悪さやレストランやタクシーでのぼったくりも観光客激減の原因であるとあります。今日は、コリエッレ・デッラ・セーラにその朝日新聞の記事への反論が載っていたので、その後半の日本人観光客のコメント部分を日本語に訳してみます。

ちなみに私は、コロッセオの前で百人隊長のコスプレ男に写真撮りましょうと手招きされ(てっきりタダだと思って、だって私のカメラで撮ったんだし)、ダマされ40000リラ払ったことがあります。

イタリア語の元記事はこちら「2009, fuga da Roma dei turisti giapponesi」
その中で言及されている朝日新聞の記事はこちら「イタリアの日本人観光客激減『サービス悪い』指摘も」

Nel Corriere della Sera di pochi giorni fa, ho letto una replica per un articolo del giornale giapponese Asahi Shinbun in cui si dice che nel 2009 il numero dei turisti giapponesi verso l’Italia diminuirà sensibilmente. Secondo l’Asahi, oltre i fattori principali come l’Euro troppo forte, la nuova influenza, contribuiscono anche “i servizi di bassa qualità” e “i prezzi illegali”. Oggi provo a tradurre l’ultimo paragrafo dell’articolo del Corriere della Sera: i commenti dei visitatori giapponesi.

Aggiungo che ho pagato 40.000 lire ad un centurione davanti al Colosseo per uno scatto con la mia macchina fotografica. Pensavo che fosse gratis farsi fotografare perché ha usato la mia macchina fotografica.

POCA CHIAREZZA – «Preferiamo mangiare nei MacDonald’s, dove è più facile ordinare, i prezzi sono più chiari e non ci sono sorprese nei menù. In alcuni ristoranti, dopo aver mangiato, ci arriva la sorpresa dell’obbligo di consumazione fino al dolce o di tariffe aggiuntive». I turisti giapponesi a Roma confermano l’analisi del quotidiano Asahi Shimbun.

「注文も簡単だし、値段もはっきりしている。メニューもどんなものか知っているからマクドナルドのほうがいい。レストランでは食事が終わったと思っても、その後にデザートを食べなきゃならなかったり、レシートによくわからない数字が加算されていることがあるでしょ。」ローマを訪れている日本人は、朝日新聞の記事を裏付けるようなコメントをした。

Assediati a Fontana di Trevi dai madonnari, così a Roma vengono chiamati i venditori di souvenir, e dai centurioni davanti al Colosseo, i giapponesi sono sempre meno disponibili a pagare per farsi riprendere in foto assieme a personaggi in costume degli antichi romani o acquistare souvenir, acqua e gelati da bancarelle o chioschi improvvisati.

トレヴィの泉ではみやげ物屋(ローマでは「マドンナーリ」と呼ぶ)に取り囲まれ、コロッセオでは古代ローマの百人隊長の格好をした男に包囲される日本人。しかしコスプレ男と一緒に写真をとったり、露天商やながしの物売りからおみやげや水、ジェラートを買うことに日本人は抵抗がある。

«Meglio acquistare nei negozi – ha detto Kumi, in visita a Roma da qualche giorno – dove il prezzo è scritto e visibile. Così siamo sicuri di pagare quanto spenderebbe anche un italiano per un caffè, un souvenir o una bottiglia d’acqua». Tra alcuni vacanzieri giapponesi, c’è anche chi lamenta «uno scarso rapporto qualità-prezzo nei ristoranti turistici, anche quando si paga un conto da 50 euro. Probabilmente per mangiare bene – dicono con ironia – bisogna spendere molto di più».

数日前からローマを訪れているクミさんは言う。「値段がはっきり表示されているお店で買うべきですよ。コーヒーもおみやげも水のペットボトルも、実際にイタリア人が払っているのと同じ額を私たちも払うんだっていう安心感があるし。」別の観光客は、嘆きながらも皮肉を込めて言った。「観光客用のレストランは50ユーロ払っても、値段に見合ったものが食べられませんよね。それなりの食事をしたければ、もっとお金をださなきゃってことでしょうね。」

Advertisements

7 thoughts on “Roma, una città da visitare: Non è per dire o si fa per dire?

  1. Purtroppo l’Italia è uno di quei paesi in cui il turista, specie se molto esotico e non avezzo alle “tradizioni” del paese ospitante, è una vittima da depredare. Roma in particolare, per quanto ho potuto personalmente verificare, è una vera e propria trappola per turisti e anche per italiani poco accorti.

    Recentemente ho potuto notare, poi, la completa spersonalizzazione dei locali tipici di Roma: ristoranti tradizionali di cucina italiana… pieni di personale pakistano. Oh, nulla contro i pakistani, ma che fine hanno fatto i “nostri”?

    Per me: Roma, città da visitare. SI FA PER DIRE!

    • Ho passato solo una notte a Roma ultima volta, mi è dispiaciuto vedere gli immigrati che nel locale turistico lavorano con gesto automatico, senza nessun espressione sulla loro faccia.

      Immagino che i giapponesi siano clienti facili da ingannare per truffatori. Ho ancora tante esperienze come questa a Firenze e a Milano. ^^;

  2. C’è un follow-up della notizia qui (ancora una lezione di correttezza da parte dei giapponesi verso gli italiani, come quel caso dei graffiti sul campanile di Brunelleschi a Firenze)

    http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/cronaca/truffe-acqua/giapponesi-rifiutano-invito/giapponesi-rifiutano-invito.html

    >Enrico: se “i nostri” fregano i turisti in questo modo, meglio i pakistani! Londra ad esempio è completamente multiculturale, gli indiani immigrati da generazioni sono ormai inglesi a tutti gli effetti.

    • Giovanni,
      Ho letto questa notizia anche nel giornale giapponese, nella quale però il nome del giapponese non era scritto. Mi preoccupo della sua privacy!

      Nel giornale Asahi c’era scritto che i giapponesi fuggono dall’Italia ma io penso che il suo articolo sia un po’ esagerato. La crisi economica, l’euro troppo forte, il supplemento del biglietto aereo…. tutte queste cose hanno fatto perdere la voglia di viaggiare in Europa da noi. I servizi di bassa qualità e i prezzi illegali non possono spiegare la diminuzione così forte.

      このニュースは日本の新聞でも読みました。でも日本の記事では被害者男性の名前は書かれていませんでした。彼のプライバシーがちょっと心配です。

      朝日新聞の記事は「日本人がイタリアから逃げている」と書いているけど、私は朝日新聞は言い過ぎだと思います。日本人がヨーロッパから足が遠のいたのは経済危機やユーロ高、飛行機のサーチャージなどが主要因だと思います。サービスの悪さやぼったくりといった件だけではイタリアへの観光客の急激な現象は説明できないと思います。

  3. Ma il nome è scritto in roma-ji nell’articolo di Repubblica. In pratica è quasi impossibile sapere com’è scritto veramente e rintracciare la persona.
    Sono certo che sia un “tormentone” dell’Asahi Shinbun di questi giorni il fatto di andare contro l’Italia. Come ogni tanto fanno nostri giornali contro qualche altro paese o personaggio… C’est la vie!

  4. A distanza di qualche mese, considerato l’Euro cosi’ debole (contrariamente alle previsioni del giornale), si puo’ dire che quanto previsto dall’Asahi Shimbun non si e’ avverato, se non in minima parte.
    Anzi, la maggior parte dei turisti che ci sono in Italia di questi tempi sono proprio giapponesi. Resta il fatto che i giapponesi vivono in un Paese dove la microcriminalita’ e le fregature comuni in Italia praticamente non esistono, percio’ piu’ vulnerabili dall’attacco dei “furbi” nostrani. Speriamo che le cosi cambino.
    Per Enrico: I pakistani quanto ti costano rispetto ad un italiano? Ecco la risposta alla tua domanda. Ciao

  5. Thank you for another informative website.
    The place else could I am getting that kind of info written in such
    an ideal way? I have a undertaking that I’m simply now working on, and I have been on the look out for such information.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...