Citazioni

“Sentimi bene. Non posso andare a rapporto dal Questore. Vacci tu. Sul mio tavolo ci sono le carte da fargli vedere.”

“Che ti capitò?”.

“Niente. E poi domandagli scusa per conto mio. Digli che della mia facennda personale gli parlerò un’altra volta.”

“E che scusa trovo?”

“Una di quelle scuse di cui sei maestro quando non vieni in ufficio.”

P.105 Il giro di boa / Andrea Camilleri

☆☆☆

Nelle altre foto c’era Manuela sdraiata sul ponte della stessa barca, con il seno scoperto e la pancia magnifica abbronzata, presumibilmente fotografata da Cerino. Ma non avevo voglia di guardarle, e ancora meno che le guardasse mio cugino: ho detto “Non mi interessa, sono cose di Manuela,” le ho messe giù tra gli altri oggetti sparsi sul pavimento.

P.157 Arcodamore / Andrea De Carlo

☆☆☆

E lei a sua volta diceva tutto a sua moglie?

P.83 La voce del violino / Andrea Camilleri

☆☆☆

Non usava tanti giri di parole.

P.83 La voce del violino / Andrea Camilleri

☆☆☆

… quattro costruzioni cubiche in legno, delle quali un paio adibite a magazzino e garage e le altre due ad alloggi del personale, e più avanti la villa vera e propria. Era su due soli piani ma aveva l’estensione di una residenza con la R maiuscola, con il suo tetto lungo e basso e due comignoli quadrati di mattoni simili a quelli dei forni crematori.

p. 61 Il Ghost Writer / Robert Harris

☆☆☆

Ingrid valeva oro a peso: aveva fatto quello che lui le aveva chiesto e non gli aveva domandato nessuna spiegazione.

p. 122 Il cane di terracotta / Andrea Camilleri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...